Gatorade fatto in casa: integratore di sali minerali

Gatorade fatto in casa

Siete degli sportivi e avete l’abitudine di bere un po’ durante la sessione di allenamento o subito dopo averla ultimata? Si tratta di una pratica abbastanza comune ed anche molto salutare.

Alcuni preferiscono assaporare un po’ di acqua, altri invece si affidano a bevande come il Gatorade, capaci di restituire all’organismo affaticato i sali minerali persi durante lo sforzo.

Se siete dei salutisti e non vi fidate proprio dei prodotti industriali, potrete anche produrre in casa una bibita simile a quella che sinora avete evitato: vediamo insieme come fare.

Perché preparare il Gatorade

Sicuramente perché, come accennato in precedenza, è necessario ristabilire nell’organismo il giusto quantitativo di sali minerali.

In secondo luogo perché i liquidi persi sudando, soprattutto se eccessivi, possono debilitare temporaneamente il corpo disidratandolo e rendendolo meno capace di affrontare delle sfide impegnative.

In ultimo poi perché una versione casalinga del Gatorade è sicuramente più salutare rispetto a quella industriale, può essere aromatizzata a vostro piacimento ed indubbiamente risulterà anche più economica rispetto a quella reperibile sugli scaffali dei supermercati.

Gatorade ingredienti

Per preparare un litro di bevanda vi sarà necessario procurarvi 950 millilitri di acqua, circa una cinquantina di millilitri di succo di limone, del miele (preferibilmente nella sua varietà millefiori) e del sale marino (meglio se non raffinato o integrale). Miscelate il tutto a dovere et voilà, la vostra bevanda è pronta ad un costo irrisorio ed in tempi rapidissimi.

Perché usare questi ingredienti? L’acqua perché ovviamente reidrata l’organismo, il miele perché dà al corpo la possibilità di usufruire immediatamente di una certa dose di zuccheri semplici e quindi immediatamente capaci di entrare in circolo e fornire energia all’atleta, il limone perché ricchissimo di minerali utili ed il sale perché agevola l’assorbimento di liquidi.

Bevanda energetica naturale

Se vi aggrada, alla ricetta appena visionata potrete aggiungere anche la polpa del limone avendo ovviamente cura di eliminare gli eventuali semi contenuti nell’agrume.

Prima di utilizzare il miele poi è possibile discioglierlo in una parte dell’acqua prevista per la preparazione del Gatorade casalingo a patto comunque che essa venga adeguatamente riscaldata.

Qualora preferiste aromatizzare diversamente la bibita, potreste variare la tipologia di miele scegliendone una dal sapore più deciso: il millefiori infatti ha un gusto particolarmente delicato che riesce a trovare un perfetto equilibrio con tutti gli altri ingredienti non soverchiando quindi alcun sapore. Chiaramente una varietà più aggressiva, per così dire, darà un certo sprint al vostro Gatorade.

Questa bevanda, è ovvio, non contiene conservanti: consumatela quindi il prima possibile e comunque entro un paio di giorni al massimo dalla data di preparazione. Scegliete infine se berla tiepida, calda o fresca, l’importante è però che, soprattutto se ne farete uso durante la sessione di allenamento, centelliniate sempre il prezioso liquido in maniera tale da non infliggervi alcun fastidio e da dare modo all’organismo di assorbire adeguatamente tutte le sostanze nutritive qui contenute.

Avvertenze

Ricordate che l’OMS ha fissato a 2 grammi il quantitativo massimo di sodio da assumere in un giorno: ciò significa che in media un individuo attento alla sua salute non dovrebbe consumare più di 5 grammi di sale al dì.

Dato che in molti hanno la tendenza ad esagerare con questo condimento e che esso viene ingerito in quantità eccessive senza che nemmeno ci si faccia caso, è buona norma reintegrarlo soltanto dopo uno sforzo fisico esagerato sostenuto magari in condizioni climatiche sfavorevoli.